Linee guida Abi per valutazioni immobiliari

linee-guida-valutazioni-immobiliari

Come-cambiano-le-valutazioni_Pronte le nuove Linee Guida Abi per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie: la bozza è stata pubblicata sul sito www.abi.it ed entro il 27 settembre sarà possibile raccogliere eventuali osservazioni e commenti da parte degli operatori del mercato nazionale delle valutazioni immobiliari. Lo comunica l’Abi evidenziando che questa è la soluzione messa in piedi al tavolo tecnico con Assovib, l’Associazione che rappresenta le principali società di valutazione immobiliare, il Collegio Nazionale degli Agrotecnici; Collegio Nazionale dei Periti Agrari; Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali; Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori; Consiglio Nazionale degli Ingegneri; Consiglio Nazionale dei Periti Industriali; Consiglio Nazionale Geometri e Tecnoborsa. Le parti – prosegue Abi – si sono occupate per tempo dell’aggiornamento delle Linee Guida alla luce delle novità introdotte dagli standard di valutazione internazionali e in vista dell’imminente processo di recepimento della Direttiva Europea sui mutui ipotecari nell’ordinamento nazionale. Di fronte ad un mercato della casa che mostra segni di grande vitalità, grazie soprattutto alla spinta che arriva dal segmento mutui (tra gennaio e luglio 2015 +82,2% rispetto al medesimo arco temporale dello scorso anno), le Linee Guida si affermano come elemento utile ad introdurre principi per l’esecuzione di perizie improntate a criteri di massima trasparenza, certezza ed economicità – anche mediante la considerazione delle caratteristiche energetiche e di sicurezza sismica e idrogeologica degli edifici, nonché delle aree verdi di pertinenza degli stessi – per concorrere a modernizzare ulteriormente il mercato italiano del credito ipotecario, rendendolo più efficiente, dinamico ed integrato a livello Europeo. L’andamento del mercato – conclude l’Abi – rende il valore delle perizie sempre più importante. D’altra parte, i requisiti che fanno crescere certezza e trasparenza nell’immobiliare, rendono ancora più efficiente l’erogazione creditizia ai mutuatari.

L’esigenza di introdurre una serie di criteri di omogeneità in questa materia era avvertita da tempo a vari livelli, sia con riferimento specifico agli indicatori di superficie o di volume, alle metodologie di valutazione adottate (per capitalizzazione del reddito, per stima comparativa, ecc.) e allo stesso concetto di valore che per il livello di professionalità dei periti incaricati della valutazione. L’obiettivo che si intende perseguire è di introdurre principi che consentano di eseguire valutazioni degli immobili a garanzia dei crediti secondo parametri di certezza del prezzo e trasparenza nei confronti di tutti gli stakeholders sia privati (clienti mutuatari, agenzia di rating, ecc.) che Istituzionali (Banca d’Italia, Agenzia del Territorio, ecc.), nell’ottica di concorrere a modernizzare il mercato del mortgage credit, rendendolo più efficiente, dinamico ed integrato a livello Europeo.

Rate this post

(Visited 58 times, 1 visits today)

Comments

comments

l'ECONOMICO

L'Economico, il primo quotidiano Social Network, sviscera in anteprima notizie di sanità, economia, politica argomenti che i mass media oscurano. La testata è aggiornata, e presenta al suo interno un portale in grado di offrire servizi.

Lascia un commento