Istituti di credito ingordi, Renzi li foraggia

istituti-di-credito-ingordi-renzi-li-foraggia

carte-di-credito-revolvingIstituti di Credito – A fine Giugno dell’anno scorso è stata approvata la nuova legge, che modifica la precedente, sui prestiti vitalizi, e ciò per venire incontro alle persone anziane, che hanno una casa, che hanno bisogno di liquidità, e che non vogliono vendere l’immobile, come nuda proprietà. Nella sostanza, la norma sarebbe anche giusta, ma, come al solito,il meccanismo all’italiana è destinato, purtroppo, a funzionare male. Perché? Lo spieghiamo. Intanto, una delle poche banche che applicavano la legge precedente, poi modificata, era il #MPS. Ma fino ad ora, e sono passati circa 7 mesi, il #Ministero del Tesoro non avrebbe ancora emesso la normativa applicativa,, per cui è ancora in piedi la vecchia, che è più penalizzante, perché l’ingresso consentito è a 70 anni, invece che 65. La nuova normativa prevede che l’anziano che voglia ottenere un prestito possa usufruire di due opzioni:

1)Prendere i soldi, fino ad una percentuale massima del 70% del valore dell’immobile, in base all’età, e che, poi, pagheranno gli eredi, o che venderanno entro un anno. Altrimenti, provvede la banca, a prezzi di mercato. Il prestito, comunque, può essere estinto, dopo un anno dalla concessione. Mediamente, a 70 anni di età, la banca concede il 30% del valore dell’immobile. Ma chi ha ricevuto il prestito, può anche chiederne la #rateizzazione, ed in tal caso, non ci sarà anatocismo, cioè i tassi che si sommeranno al montante. E l’eventuale rimanenza sarà pagata dagli eredi. Si stima che su 50 mila euro prestati, dopo 10 anni il rimborso sarà di 80 mila euro.

Il perché di tali costi è dovuto:

1) All’anatocismo sui tassi di interesse, consentiti nel prestito vitalizio, ma vietati da una legge precedente, erga omnes, che ne fa divieto. E non si capisce il perché.

2) I tassi, stranamente, sono molto più alti di quelli applicati ad un mutuo ( circa il 2%), e si assestano tra il 7-8%. Perché?

3) Inoltre, le banche ( per ora, a quanto ci risulta, solo il Mps) accettano immobili di un certo rilievo, che, quindi, siano vendibili ed appetibili dal mercato.

Quindi, tutte le periferie tagliate fuori. Insomma, c’è anziano ed anziano. Se questa non è discriminazione, cos’è? Ma Renzi, fa il banchiere od il capo del #Governo, #erga omnes? E si, che è di sinistra!

Di Roberto Casalena

Istituti di credito ingordi, Renzi li foraggia
5 (100%) 1 vote

(Visited 80 times, 1 visits today)

Comments

comments

l'ECONOMICO

L'Economico, il primo quotidiano Social Network, sviscera in anteprima notizie di sanità, economia, politica argomenti che i mass media oscurano. La testata è aggiornata, e presenta al suo interno un portale in grado di offrire servizi.