Equitalia pignora anche i debiti dei clienti

equitalia-pignora-anche-debiti-dei-clienti

maxresdefaultEquitalia Pignoramento presso terzi: dopo 60 giorni dalla notifica della cartella, il cliente del contribuente moroso viene raggiunto dal­la notifica di un atto in cui gli viene ordinato di pagare il proprio de­bito direttamente a Equitalia. Se il contribuente non adempie all’ordine ricevuto da Equitalia con la cartella esattoriale, a pagare al suo posto saranno i suoi clienti: questi ultimi, anziché versare le somme di cui sono debitori al creditore, le dovranno girare diretta­mente all’Agente della riscossione. È questo lo schema del pignora­mento presso terzi dei crediti, che Equitalia sta attuando proprio in questi giorni con l’invio di lettere tramite posta elettronica certificata (PEC). Lo schema è facile e si può riassumere in un esempio. Tizio è debitore di Equitalia di mille euro. Tizio esercita un’attività profes­sionale e vanta, a sua volta, un credito nei confronti di Caio per 800 euro. Equitalia, ben informata dell’attività di Tizio e del suo parco clienti, invia una comunicazione a Caio in cui gli chiede di dichiarare se sia ancora debitore di Tizio e, in caso affermativo, di pagare il proprio debito di 800 euro non già al creditore Tizio, bensì ad Equi­talia stessa. In questo modo, Caio, che non può opporsi all’ordine ricevuto, estingue una parte del debito di Tizio, liberandosi nel con­tempo dalla propria obbligazione. All’esito di tale procedura, Tizio resterà debitore di Equitalia di solo 200 euro. Si chiama pignora­mento presso terzi e il “blocco” dei crediti verso i clienti è solo una delle tante forme con cui Equitalia può attuare tale procedura ese­cutiva. I debitori del contribuente moroso, infatti, potrebbero essere anche altri soggetti cui si applicherà, dunque, lo stesso schema ap­pena visto: ad esempio, l’inquilino della casa data in affitto che deve versare il canone di locazione al proprio padrone di casa (soggetto, che, in questo caso è debitore di Equitalia), il datore di lavoro per la paga dovuta al proprio dipendente, la banca presso cui sono depo­sitati i soldi del contribuente moroso, ecc. Tutte le volte in cui un soggetto non versa gli importi indicati nella cartella di pagamento, Equitalia – anziché notificargli un atto di pignoramento – può rivol­gersi direttamente ai suoi debitori e imporre loro di bypassare il pro­prio creditore, pagando direttamente Equitalia stessa.

Cos’è il pignoramento presso terzi?

Il pignoramento presso terzi è una delle misure di riscossione coat­tiva che Equitalia può avviare nel caso in cui il debitore di imposte, tributi e/o altre somme a titolo di sanzioni, interessi, sia al tempo stesso creditore di altri soggetti. La procedura esecutiva consente il recupero coatto dei crediti tramite l’ordine di pagamento direttamen­te nelle mani dell’agente della riscossione. L’ordine viene rivolto al soggetto terzo (debitore del contribuente) fino a concorrenza del credito per cui si procede, senza dover chiedere il preventivo con­senso al giudice dell’esecuzione. Deve essere notificato entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui l’accertamento è divenuto definitivo. Dopo quanto tempo arriva il pignoramento pres­so terzi? La notifica al debitore del contribuente dell’atto di pignoramento può avvenire però entro determinati termini certi, ossia: dopo 60 giorni dalla notifica della cartella di pagamento e non oltre un anno; oppu­re in caso di notifica, da parte dell’Agenzia delle Entrate, dell’accer­tamento esecutivo, entro 90 giorni dalla notifica stessa; oppure en­tro 5 giorni dalla notifica dell’avviso di mora. Se è trascorso un anno dalla notifica della cartella di pagamento senza che Equitalia abbia posto in essere l’esecuzione forzata, al contribuente è necessario notificare la cosiddetta intimazione di pagamento, in assenza della quale il pignoramento è illegittimo. See more at: Laleggepertutti  

Rate this post

(Visited 424 times, 1 visits today)

Comments

comments

l'ECONOMICO

L'Economico, il primo quotidiano Social Network, sviscera in anteprima notizie di sanità, economia, politica argomenti che i mass media oscurano. La testata è aggiornata, e presenta al suo interno un portale in grado di offrire servizi.

Lascia un commento