Grillo, padre padrone o garante? Cosa ne pensate?

grillo-padrone-garante-cosa-ne-pensate

castronibanner728x90Grillo, padre padrone o garante? Cosa ne pensate? “E se Beppe Grillo si stesse trasformando nella zavorra del Movi­mento 5 Stelle?” Se lo chiede il Financial Times in un articolo, che arriva a corollario della numerose reazioni negative da parte della stampa britannica sull’uscita del leader del movimento sul neo elet­to sindaco di Londra, Sadiq Khan. L’editoriale di Barber sul Ft, rin­cara la dose: non solo attaccando le qualità artistiche di Grillo “che a 67 anni sembra un uomo stanco della vita pubblica e sempre più fuori dal mondo. Un comico che sembra aver perso il suo istinto del comico”. Ma anche sottolineando come la sua esuberanza getti un ombra “sugli sforzi dei giovani attivisti 5 stelle che cercano di tra­sformare il movimento in un partito più maturo, saggio ed elettoral­mente credibile” Una zavorra insomma: che rischia di affondare il movimento. Barber nota infatti che “fino ad ora il Movimento si era astenuto da scherzi fatui e insulti razzisti, tipici invece dei partiti po­pulisti di destra”. L’incidente di Padova potrebbe ora cambiare tutto, secondo il quotidiano inglese. Mettendo in crisi chi, nel movimento “sta lottando per trovare un messaggio politico più ampio che rag­giunga un elettorato ancora indeciso”. La sfida delle comunali del 5 giugno in questo senso è importantissima, visto che il secondo par­tito italiano è a pochi punti dal Pd di Renzi.

Camera dei Deputati - Consultazioni del Presidente del ConsiglioFederico Pizzarotti ha il “diritto” di presentare le proprie controdedu­zioni alla sospensione dal M5S, e “speriamo possa dimostrare che non ci ha tenuto nascosto l’avviso di garanzia per tre mesi”. Lo af­ferma il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, membro del di­rettorio del Movimento, sottolinea che sul caso del sindaco di Par­ma “c’è una procedura in corso. E io non ho alcun potere di decide­re sospensioni o espulsioni, quello spetta al garante che è Beppe Grillo. Il quale ha pubblicato sul suo blog la seguente

Gentile Federico Pizzarotti,

è evidente la particolare importanza della carica pubblica di sindaco di Parma da te ricoperta, ed è altrettanto incontrovertibile, in relazio­ne alla tua notorietà acquisita anche a livello nazionale, che i tuoi comportamenti, soprattutto se riguardanti fatti commessi nell’eserci­zio delle funzioni di sindaco, incidono sull’immagine del MoVimento 5 Stelle, riflettendosi inevitabilmente sulla credibilità dell’azione poli­tica del MoVimento, aspetto particolarmente delicato nell’imminenza delle prossime elezioni amministrative. Pertanto, il fatto di aver sottaciuto persino al responsabile dei Co­muni del M5S l’apertura a tuo carico di un procedimento penale per reati contro la pubblica amministrazione, la cui esistenza è stata im­provvisamente scoperta da notizie di stampa, ed il fatto di esserti addirittura rifiutato di inviare allo staff, all’indirizzo di posta elettroni­ca listeciviche@posta.beppegrillo.it, la copia dell’avviso di garanzia e della relativa documentazione, adducendo pretesti formalistici in una situazione in cui vi è la massima urgenza di chiarire anche pub­blicamente se vi siano o meno seri indizi di irregolarità a tuo carico, integrano comportamenti radicalmente incompatibili con la tua per­manenza all’interno del MoVimento 5 Stelle e con l’uso del simbolo del MoVimento 5 Stelle da parte tua, costituendo comportamenti in radicale contrasto con la linea politica di massima trasparenza per­seguita dal MoVimento 5 Stelle, e quindi in grave contrasto con il dovere di tutti gli eletti sotto il simbolo del M5S di improntare il pro­prio comportamento ad una leale cooperazione con le iniziative es­senziali promosse dal MoVimento 5 Stelle sia nell’ambito del blog che nelle sedi istituzionali, conformandosi ai principi essenziali della linea politica del MoVimento 5 Stelle. Tali comportamenti comporta­no di fatto un obbiettivo boicottaggio dell’azione politica del MoVi­mento 5 Stelle e sono suscettibili di minare in modo grave e sostan­ziale la credibilità del MoVimento, unico soggetto politico i cui espo­nenti, sino ad oggi, hanno reso pubbliche con immediatezza le eventuali contestazioni di natura penale ricevute, dichiarandosi di­sponibili alle immediate dimissioni in caso dagli atti di indagine fos­sero emersi dubbi di regolarità sul proprio corretto operato. Ciò ri­sulta peraltro aggravato in relazione al notevole clamore mediatico suscitato dalla vicenda, ed ai danni all’immagine del MoVimento che ne potrebbero derivare, che rischierebbero di pregiudicare l’esi­to di talune competizioni elettorali amministrative di imminente cele­brazione. Per questi motivi vieni sospeso con effetto immediato dal MoVimen­to 5 Stelle.

Se pensi che questa decisione sia basata su informazioni non cor­rette puoi inviare le tue controdeduzioni entro dieci giorni a questa email.

Beppe Grillo

Fin qui, fila tutto liscio, però, Grillo non spiega appieno come funzio­na la sua bilancia. Sul caso del sindaco di Pomezia che ha prima nascosto l’avviso di garanzia, e poi, una volta scagionato, lo ha reso pubblico, Beppe ha taciuto .Qual’è la funzione del garante? Il Ga­rante fissa un quadro organico di regole per la tutela della riserva­tezza e dello statuto in un ambito delicato e cruciale come quello dei partiti politici. Dunque, cosa ne pensate, attivisti e non?

Grillo, padre padrone o garante? Cosa ne pensate?
3 (60%) 2 votes

(Visited 585 times, 2 visits today)

Comments

comments

l'ECONOMICO

L'Economico, il primo quotidiano Social Network, sviscera in anteprima notizie di sanità, economia, politica argomenti che i mass media oscurano. La testata è aggiornata, e presenta al suo interno un portale in grado di offrire servizi.

Lascia un commento