Movimento 5Stelle: tzunami di voti anche alle politiche

movimento-5stelle-tzunami-alle-politiche

castronibanner728x90Movimento 5 Stelle uno tzunami di voti sommergerà anche le politiche. Tutti assaporano il ricco banchetto statistico sulle elezioni del pros­simo sindaco di Roma, nonché quello sulle politiche nazionali che verranno. L’accuratezza nella composizione del campione è fonda­mentale per la rappresentatività dei risultati. Si stima che una base campionaria di 1000 soggetti sia un buon campione rappresentativo delle intenzioni di voto degli italiani[senza fonte] a patto che in esso si trovino rappresentate:

la diversità di genere

le diverse fasce d’età

la diversa appartenenza geografica

le diversa appartenenza censuaria

il diverso grado di istruzione

Aumentare la base campionaria rimane possibile ma spesso, oltre ad essere oggettivamente dispendiosa, presenta benefici marginali poco importanti. Infatti abbattere significativamente la percentuale d’errore sotto il 3% in un normale campionamento significherebbe avvicinare progressivamente la dimensione del campione a quella di tutta la popolazione.(Da Wikipedia)

ListenerOra dagli ultimi sondaggi ufficiali sull’elezione del prossimo sindaco di Roma, emerge come Virginia Raggi sia in vantaggio sulla Meloni, Marchini e il candidato Pd, con uno scarto di 5-7 punti. Già abbia­mo scritto, che nonostante il vergognoso inciucio Marchini-Berlu­sconi, la candidata del Movimento 5 Stelle Raggi vincerà senza colpo ferire, al primo turno. Berlusconi è nella tenda ad ossigeno, e sospinto dai suoi gregari si è deciso a mollare l’indagato Bertolaso, destinato ad affogare nella sua inutilità. Ma il test di Roma, per quanto ci riguarda è già archi­viato, perché così improponibili e disorganizzate, le forze di centro, di destra e Pd, hanno la sola certezza di una cocente sconfitta. Dunque, andiamo oltre ed occupiamoci delle prossime politiche, che dovranno dare un governo stabile al Paese, questa volta eletto, e non frutto di accordi sottobanco e stampelle dell’ultima ora (vedi Alfano e Verdini ecc.). Premesso che nessuno più è in grado di ar­ginare l’esondare dell’impetuoso fiume grillino, ne la fuoriuscita dei vetusti rappresentanti del politichese, proseguiamo impavidi nei no­stri sondaggi in rete, documentati, senza peli sulla lingua, e non det­tati da compromessi. In particolare il nostro ultimo “Chi vincerà le prossime elezioni politiche in Italia?” 1.000 intenzioni di voto si sono così espresse (alleghiamo visione): Pd, 5%, Movimento 5 Stelle 86%, Lega 6%, altri 3%. Ai posteri l’ardua sentenza.

Rate this post

(Visited 214 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento