Ballottaggio: Raggi sindaco a mani basse, ecco perché

ballottaggio-raggi-sindaco-mani-basse

castronibanner728x90Ballottaggio. La promessa mantenuta, i partiti asfaltati; è una affermazione storica quella della candidata grillina ,che si attesta al 35,6%, lasciando solo briciole al gruppo degli inseguitori. Giachetti (Pd), 24,84%, ad una sola incollatura Giorgia Meloni 20,65%. Marchini recita mea culpa fermo al 10%, e Fassina si tiene a galla col salvagente del 5%. Affermiamo, perciò, che il 19 di Giugno, la Raggi indosserà la fascia senza colpo ferire. Ecco perché. La Meloni e Salvini avevano già annunciato che se fossero stati esclusi, avrebbero dato preferenza alla grillina. Quindi, se al 36% si sommasse una parte del 22% di Fdl, i numeri sarebbero davvero impietosi. Poi c’è Fassina (Si) imbarazzato, e indeciso. Frattanto, i Dem non si danno per vinti, hanno la faccia tosta di affermare che i giochi sono ancora aperti (agli inciuci?). Non si comprende secondo quale logica visto il 12% di distacco; un abisso da colmare in piena solitudine. Anche dovessero riuscire nel subdolo intento di coinvolgere Marchini e Berlusconi, potrebbero contare al massimo su una fetta del 10%.

o-GIACHETTI-RAGGI-facebookFratelli d’Italia e Salvini incalzano Berlusconi: «Il vero centro destra siamo noi». Poi, c’é sempre il popolo degli astenuti, che in teoria potrebbe portare acqua al mulino del PD; davvero difficile solo ipotizzarlo. Il M5S suona la carica anche a Torinio, ove, il sindaco uscente, Piero Fassino è tallonato da Chiara Appendino, anche qui, i voti della destra potrebbero far pendere l’ago della bilancia in favore della pentastellata. A Napoli De Magistris al 42% vola solitario, a Milano Giuseppe Sala (Pd) e Stefano Parisi (centro destra) se la giocheranno alla pari, mentre il grillino Gianluca Corrado se la cava con un 10%. A Bologna Virginio Merola (Pd) è al 37%, Luca Bergonzoni, espressione del Centro destra, viaggia al 19%, contro il 18% di Massimo Bugani (M5S). E sullo scenario emerso, Renzi esprime forte preoccupazione. Tra l’altro c’è da chiedersi come mai Berlusconi, pur sempre scaltro, abbia appoggiato, prima Bertolaso, e poi Marchini, ben sapendo di perdere. Perché? Voleva solo sottrarre consensi a Meloni e Salvini, per mandare al ballottaggio un esangue Giachetti, dimostrando ancora una volta, ce ne fosse bisogno, che chi comanda è sempre lui. Il Popolo di destra non ha nessun stimolo più a recarsi di nuovo alle urne. Tutti al mare sul litorale romano. Strada spianata per la Raggi, primo sindaco donna di Roma. L’attendiamo con simpatia, augurandole buon lavoro.

Rate this post

(Visited 350 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento