Epurazione Sanità: via la Lorenzin, dentro Massimo Barra

epurazione-sanita-via-la-lorenzin

dsc_0020Epurazione Sanità. Dei ministri facenti parte del Governo, di gran lunga Beatrice Lorenzin è la peggiore. Abolizione della guardia medica notturna, medici di base accorpati, tagli alle strutture ospedaliere, neanche l’ombra di nuovi ospedali, cura per l’epatite C col contagocce). Ma mentre sulla neo sindaca di Roma, Virginia Raggi, s’è riversato l’inferno mediatico, inspiegabilmente quasi nessuno alza l’indice contro la mala gestio della ministra della Sanità, peraltro paracadutata in un ministero importante, senza titoli ne competenze adeguate. Renzi l’ha ripescata dall’ex governo Letta ove ricopriva lo stesso incarico. Ma di professionisti di ben altra levatura ne esistono, eccome. Un esempio: il Dr Massimo Barra, ex Presidente della Croce Rossa Italiana, e di quella internazionale, ora Commissario della Croce Rossa e della Mezza Luna a Ginevra. Ecco, la Sanità avrebbe bisogno di un medico super qualificato come lui. Per avallare quanto affermiamo, pubblichiamo di seguito i rispettivi curricula: come paragonare una Ferrari ad una Balilla. Noi proponiamo per il più alto incarico del Ministero Massimo Barra, senza indugio. Epurazione dunque.

Beatrice Lorenzin

Nasce a Roma da padre istriano di Medolino, esule a Roma dal 1947, e da madre fiorentina di Campi Bisenzio. Ha come titolo di studio la maturità classica. Si avvicina alla politica aderendo al movimento giovanile di Forza Italia nel Lazio nel 1996. Intraprende la carriera politica nell’ottobre 1997 con l’elezione, nella lista di Forza Italia, al Consiglio del XIII Municipio di Roma. Nell’aprile 1999 è Coordinatore Regionale del Lazio del movimento giovanile di Forza Italia, che conta 15 000 iscritti e oltre 100 eletti negli enti locali. Nel maggio 2001 è eletta Consigliere comunale di Roma. Unica donna nella coalizione di centrodestra, è Vicepresidente della commissione Donne Elette e Vicepresidente del Gruppo consiliare di Forza Italia. Tra la fine del 2004 e la metà del 2006 è Capo della Segreteria Tecnica di Paolo Bonaiuti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri per l’informazione e l’editoria nel governo Berlusconi III. Nel maggio del 2005 è nominata Coordinatore Regionale di Forza Italia per il Lazio. Dal settembre 2006 al marzo 2008 ha ricoperto il ruolo di coordinatore nazionale di Forza Italia – Giovani per la Libertà.

Massimo Barra

Nasce a Roma il 22 agosto 1947

Entra nel 1960 nei Pionieri della C.R.I. di cui diventa nel 1964 Vice Presidente

del Gruppo di Roma, nel 1966 Presidente, nel 1970 Consigliere

Nazionale e dal 1972 al 1976 Presidente Nazionale

Consegue la maturità classica presso il Liceo “Vivona” nel 1966

Si laurea in medicina e chirurgia il 30.11.1972 presso l’Università di Roma,

con voti 110/110 e lode (media dei voti degli esami sostenuti: 28,74)

Dal 1972 è Ufficiale del Corpo Militare della C.R.I. raggiungendo con anzianità

2001 il grado di Colonello Medico

Dal 1° febbraio 1973 lavora come medico a tempo definito presso la clinica

Madonna del Tufo, di cui diventa primario della Lungodegenza dal

1.11.1986

Nel 1973 viene eletto a maggioranza, nel corso del Consiglio dei Governatori

della Lega delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa a Teheran,

Presidente del Comité Consultatif de la Jeunesse, incarico cui è

CURRICULUM VITAE DEL DR. MASSIMO BARRA AGGIORNATO AD AGOSTO 2016

 

Rate this post

(Visited 261 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento