Longines Global Champions Tour: Roma 8-11 Settembre 2016

longines-global-champions-tour

news-lgct-rome-2-1600x900Longines Global Champions Tour. Dopo il debutto romano nel 2015, da giovedì 8 a domenica 11 settembre va in scena allo Stadio dei Marmi ‘Pietro Mennea’ a Roma la seconda edizione del Longines Global Champions Tour, tredicesima tappa del calendario 2016. Il circuito paragonabile alla Formula 1 del salto ostacoli, ideato dall’olandese Jan Tops, compie undici anni e i numeri parlano chiaro a conferma di un successo crescente. I cavalieri che hanno almeno montato almeno una volta in un Gran Premio tappa del LGCT sono finora 526, di questi 102 sono saliti sul podio dei primi tre posti e 1380 sono stati i cavalli che hanno partecipato. La presentazione ufficiale dell’evento si è svolta oggi al Foro Italico, nel Salone d’Onore del CONI gremito di ospiti con gli interventi di Giovanni Malagò, Presidente CONI, Franco Chimenti, Presidente CONI Servizi, Vittorio Orlandi, Presidente FISE, Jan Tops, Presidente Longines Global Champions Tour, Eleonora Di Giuseppe, Coordinatrice Tappa Roma LGCT e Marco Danese, Direttore Sportivo del circuito. Quattro giornate di gara (tutte in diurna) con un concorso internazionale 2 stelle ad affiancare il concorso più atteso a 5 stelle che ospiterà nel pomeriggio di sabato il terz’ultimo dei quindici gran premi programmati per il circuito LGCT 2016. Al Foro Italico, l’affascinante sede dello Stadio dei Marmi Pietro Mennea, si è confermata nel 2015 un impianto decisamente all’altezza delle più celebrate sedi di gara del circuito mondiale che, ideato ed organizzato da Jan Tops, è in costante crescita (sei appuntamenti all’inizio, nel 2006).

Fabulous! Great! Marvelous! In chiusura dell’edizione 2015 i commenti dei campioni che hanno reso grande la tappa romana e di tutti gli addetti ai lavori sono stati unanimi e Jan Tops ha speso parole di grandissima la soddisfazione, anche per sostegno degli enti patrocinatori CONI, FISE, CIP, Roma Capitale e il supporto organizzativo di CONI Servizi. “Avevamo deciso di fissare una tappa anche in Italia: non c’era ovviamente posto migliore di Roma – ha dichiarato soddisfatto al termine dell’evento Jan Tops. E’ una città di grande tradizione equestre, spettacolare, che in settembre tra l’altro gode di un clima perfetto. Inoltre conosciamo bene tutti, a partire da Vittorio Orlandi e tutti i soggetti coinvolti anche grazie ai contatti di Marco Danese, il nostro direttore sportivo, Marco Danese, che è romano”. La formula cui è stato varato il Longines Global Champions Tour si è rivelata vincente sin dall’inizio ”Siamo partiti dalla consapevolezza che tutti i player ne sarebbero dovuti uscire vincenti – spiega Tops – cavalieri, proprietari, sponsor a e naturalmente i cavalli. Al loro benessere diamo priorità attraverso la scelta dei terreni, la cura delle condizioni di viaggio che spesso avviene in aereo, l’assistenza veterinaria in ciascuna location e altre attenzioni ancora. Ai cavalieri offriamo montepremi importanti, location da sogno, hotel a cinque stelle… Per i proprietari aree VIP gestite alla perfezione per un’esperienza sportiva positiva in tutti i sensi. Al pubblico l’ingresso gratuito e la possibilità di assistere a un grande spettacolo”. Le novità del 2016 sono i numeri in crescita per i partecipanti al concorso CSI due stelle (evento di contorno del CSI 5 stelle) e una giornata in più rispetto alle tre canoniche (giovedì 8). L’ingresso allo Stadio dei Marmi sarà gratuito.

Roma farà anche da cornice a quella che è la novità assoluta nel panorama equestre mondiale: la Global Champions League. Questa rivoluzionaria – nella storia del salto ostacoli – formula di gare a squadre (in programma domenica) vede infatti per la prima volta top rider di diverse nazionalità competere sotto i colori di una stesso team. Dodici le squadre in lizza nella stagione 2016 – Antwerp Diamonds, Cannes Stars, Cascais Charms, Doha Fursan Qatar, Madrid in Motion, Miami Glory, Monaco Aces, Paris Jets, Rome Gladiators, Shanghai Swans, Valkenswaard United, Vienna Eagles – per un ‘campionato’ dal concetto innovativo capace di offrire competizioni di alto livello all’insegna di una sportiva rivalità. L’allestimento dello Stadio in versione Jumping è la conferma del progetto 2015 (area scuderie nell’anello superiore dell’impianto, campo gara in diretta comunicazione con il campo di prova con la zona servizi tecnici posizionata tra i due, la hospitality lounge e la tribuna pubblico sui due lati lunghi) ma subirà quest’anno alcune variazioni migliorative. Cinquanta box in più verranno allestiti nell’area scuderie. La tribuna per il pubblico avrà un maggior numero di posti ed una nuova tribuna per istituzioni verrà posizionata sul lato corto del campo che confina con ‘La piazzetta della Staffa’, l’area riservata ai servizi ed agli espositori. Quest’ultima verrà anch’essa ampliata. Tutti i servizi saranno incrementati e in particolare quelli della ristorazione. A supporto del ristorante Bistrot ci saranno altri cinque punti ‘food’ monotematici dove sarà possibile gustare prodotti di enogastronomia tipicamente Made in Italy. Il villaggio commerciale, altra novità, sarà aperto dal giovedì al sabato, anche dopo la chiusura delle gare. Fino alle 23.30, happy hour con musica dal vivo.

Rate this post

(Visited 245 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento