Pellegrini della Mecca finanziano l’Isis. Mina:100mila tende

pellegrini-mecca-finanziano-lisis

Mina_OverviewPellegrini della Mecca finanziano l’Isis. I media, ogni giorno, riferiscono sui bombardamenti in Iraq, Siria, Libia, ecc, però mai si è fatta luce sui finanziatori occulti del braccio armato del Califfato, e innanzi chi foraggia le armi. Uno Stato sovrano può acquistare armi, ma al Califfato (stato affatto riconosciuto) nessuno avrebbe dovuto e potuto vendere. Ne segue che i ricchi Paesi del Golfo, le acquistino per poi donarle ai combattenti Isis. Sarebbero loro ad aver guadagno dalla destabilizzazione di territori quali Siria, Libia, Iraq, Nigeria, e via dicendo. Ed i servizi segreti di mezzo mondo non hanno scoperto la verità ? A quanto ci risulta, l’ordine di attacco francese a Gheddafi sarebbe partito, dopo che Berlusconi riuscì a strappare un accordo con l’ex Colonnello per la fornitura di greggio a tutto vantaggio Eni, entrando così in forte competizione con la transalpina Elf. Dunque attacco programmato alla Libia, con tutto ciò che, poi, la rivoluzione si è portata dietro; distruzione, morti, profughi fuori controllo, ricostruzione delle aree devastate, mentre invece, stranamente, l’Isis s’è fortificato, fino a che le stragi di Parigi e Bruxelles hanno fatto ben intendere che occorreva intervenire, con aerei e droni, ma non con truppe di terra, perché nessuno vuole sacrificare soldati in nome della politica e in vista di possibili rielezioni. In Siria il solo Putin s’è attivato frontalmente. E l’Europa passiva della Merkel non solo non ha speso un centesimo,  come invece francesi, inglesi, russi e Usa, per contrastare le forze del male, ma pianta persino paletti alla crescita economica. L’Europa è, senza un esercito, ed una politica comune; un tetto di euro senza fondamenta. Allora, meglio sarebbe uscire di corsa, prima che il tetto ci crolli addosso. Ritornando all’Isis, qual è la vera ragione della sua creazione? L’islamizzazione dell’Europa. Profughi tutti giovani, e donne con figli piccoli, che faranno altri figli, insieme ai giovani sbarcati, mentre le madri italiane vengon sempre meno. Di qui l’idea del ministro della Sanità, Lorenzin, di realizzare spot, bocciati dallo stesso Pd, inneggianti ad una maggiore filiazione degli italiani. Intanto, l’Arabia Saudita che non accolto alcun migrante, insieme a tutti i paesi dell’area del Golfo, ha installato 100.000 tende fisse climatizzate e con cucina e bagno, a Mina, che potrebbero ospitare tra i 3-4 milioni di profughi. Stando ad alcuna stampa estera, e non a fonti ufficiali di governo, i waabiti sauditi finanzierebbero il califfato con gli introiti del pellegrinaggio alla Mecca, ove confluiscono milioni di persone ogni anno, e l’ingresso alla Kaaba costa 10 euro a persona. Lasciamo ai lettori il calcolo dell’incasso versato dai pellegrini. Però, mentre l’Arabia Saudita si rifiuta di prendere i rifugiati, tra l’altro di religione islamica, si è offerta di costruire 200 moschee per i 500.000 immigrati all’anno che dovrebbero essere ospitati in Germania.

 

Rate this post

(Visited 169 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento