Denis Verdini: chiesti 4 anni di carcere per il senatore Ala

P3, pm:  Marcello Dell'Utri e Denis Verdini vanno processatiDenis Verdini. Diciotto richieste di condanna, tra loro il senatore plurimputato Denis Verdini e l’uomo d’affari Flavio Carboni, ed una di assoluzione. E’ quanto chiesto dalla procura di Roma al processo sulla cosiddetta P3, presunto comitato d’affari segreto che puntava a influenzare e condizionare gli organi costituzionali. I pm Rodolfo Sabelli e Mario Palazzi hanno chiesto nove anni e sei mesi di reclusione per Carboni, otto anni e sei mesi per l’ex giudice tributarista Pasquale Lombardi e l’imprenditore Arcangelo Martino, quattro anni per Verdini. I quattro sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e violazione della legge Anselmi sulle società segrete. Secondo l’accusa, Carboni, Martino e Lombardi sarebbero stati i promotori del sodalizio, mentre Verdini, all’epoca dei fatti coordinatore di Forza Italia, si sarebbe adoperato per il gruppo nella consapevolezza del legame tra Carboni, Martino e Lombardi. Lui di giustizia se ne intende. Ha cinque rinvii a giudizio e un sesto potrebbe raggiungerlo il 26 novembre. I reati sono da fuoriclasse. Dal concorso in corruzione all’ associazione a delinquere, dalla bancarotta semplice e fraudolenta alla truffa semplice e aggravata e pure ai danni dello Stato. Denis Verdini colleziona processi lenti. Molto lenti. Quello con l’imputazione di bancarotta aggravata per il crack della Società toscana di edizioni (Ste), che pubblicava il Giornale della Toscana, inizierà il 14 marzo 2017. Fra circa un anno, e ben tre anni dopo il fallimento, sancito nel febbraio 2014. Le indagini sul crack erano state chiuse un anno dopo, e c’è voluto un altro anno per l’udienza preliminare. Una udienza chiusa ieri dal gup Limongi che ha mandato a processo con Verdini, socio di maggioranza e amministratore di fatto della Ste, anche il suo braccio destro Massimo Parisi, deputato eletto nel Pdl ed oggi in Ala, che era l’ad. Poi il principe Girolamo Strozzi Guicciardini, presidente del cda della Ste dalle origini, nel 1998, fino al 2012. Infine Enrico Luca Biagiotti, membro del cda, e Pierluigi Picerno, amministratore e poi liquidatore della società.

Rate this post

(Visited 148 times, 1 visits today)

Comments

comments

l'ECONOMICO

L'Economico, il primo quotidiano Social Network, sviscera in anteprima notizie di sanità, economia, politica argomenti che i mass media oscurano. La testata è aggiornata, e presenta al suo interno un portale in grado di offrire servizi.

Lascia un commento