Tango: il linguaggio del corpo per palati fini, al Salone Margherita di Roma

Tango. Da due anni tutti i martedì, il teatro più storico di Roma, il salone Margherita nel cuore di Roma a piazza di Spagna, si accende e trasforma in una Casa del Tango piena di atmosfera tanghera e come nella piena tradizione argentina ,gli ospiti possono consumare un’invitante cena, al profumo gaucho, preparata dal grande chef Ben Hirst, durante la quale si esibirà in sala il maestro Sandro Berettieri. Sul palco interviene il Maestro di tango argentino Nicolas Martin Filipeli il quale riesce a trascinare il pubblico in un seducente viaggio nel mondo del tango. In scena tutti i martedì Galá tango dal 2 ottobre Sino al 27 dicembre terminato, Nada màs que tango ( pasional ). Dal 10 gennaio al 28 marzo Tango tradicional la “Historia, sono in scena 17 artisti. Recitano e cantano la storia del tango, dal folklore fino ai nostri giorni. Martin Troncozo e Costanza de Sanctis accompagnati dall’orchestra il Cuartetango con la magnifica interpretazione del corpo di ballo Della Locuratango Sara Paoli, Fabio Santarelli, Marco Spaziani, Fernanda Cerbone, Stefania Corradetti, Nicolas Martin Filipeli, Martin Mariano Navone, Augusta Tuzzi, Renato Serrecchia, Arianna Aramini, Dario Pizzini, Emanuela Pansera, Sonia Mungiello, Francesco Menichini, Antonella Devastato, con la regia di Morgana Giovannetti e la grande collaborazione del coreografo Pablo Garcia, Tango Accademy e Folklore Marcela Szurkalo. Tutto ciò si deve alla bravura ed intraprendenza di Stefania Corradetti, ideatrice della prima Casa del Tango in Italia e, dal 2015, corpo e anima della Locuratango: compagnia composta di artisti italiani e argentini, assieme a Silverio Valeriani e Catia Corradetti. Il tango è un genere musicale e un ballo; ma anche una poetica, un’interpretazione musicale, un modo di esprimersi e un linguaggio corporale col partner. Il tango è per lo più in tempo binario, originario della regione del Río de la Plata. Nato in Argentina e Uruguay come espressione popolare e artistica, comprende musica, danza, testo e canzone. Nessuno sa chi abbia dato il nome di tango a questo ballo, né si sa esattamente perché si chiami in questo modo. In latino tango è la prima persona dell’indicativo presente del verbo tangere (toccare) e vuol dire quindi “Io tocco”.

Tango: il linguaggio del corpo per palati fini, al Salone Margherita di Roma
1 (20%) 1 vote

(Visited 94 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento