Trappola per gli sfollati. Mega affare delle assicurazioni. Quanto costa

Trappola per gli sfollati. In Italia il 70% delle abitazioni si trova in zone a medio o alto rischio sismico, ma solo l’1,2% è assicurato contro i terremoti, secondo l’Ania. Ed è proprio l’associazione di categoria delle compagnie assicurative a tornare alla carica con la necessità di rendere obbligatorie le polizze per le case in zone sismiche. Ci aveva provato il governo Monti nel 2012, salvo poi ripensarci per il polverone che si era sollevato. A far gola alle assicurazioni è un mercato potenziale da 5-10 miliardi l’anno, che in una certa misura alleggerisce anche i costi delle ricostruzioni dalle spalle dei contribuenti. Per i residenti delle aree più a rischio però si porrebbe un serio problema di costi da affrontare, visto che secondo le stime dell’Ania una polizza potrebbe pesare fino a 1000 euro all’anno. “Sottoscrivere un’assicurazione contro il terremoto e calamità naturali” -spiega Maria Francesca Massa curatrice del blog “Infoassicurazioni.it” – “permette di garantirsi il risarcimento dei danni all’immobile e/o ridurre le spese per sostenere la messa a nuovo dell’abitazione. Con la stipula di questa tipologia di polizza è possibile ottenere una somma pari al valore del danno, tramite il versamento annuale di una quota variabile in base alle condizioni contrattuali e un risarcimento pari ad un tetto massimo stabilito.” Le polizze attualmente in commercio rimborsano tutti i danni causati dal sisma, le spese per la riparazione, la demolizione e ricostruzione della casa. Oltre all’abitazione si possono assicurare tutto ciò che è contenuto nella casa (come mobili, elettrodomestici ecc.) e l’incolumità fisica propria e dei propri familiari. Coprono anche i danni che non derivano direttamente dal terremoto ma da eventi collaterali come incendi o furti ad opera degli sciacalli. E cosa altro aggiungere la solita mafia, questa volta assicurativa, pronta a voltare le spalle ai malcapitati, o a dichiarare fallimento, senza restituire il becco di un quattrino dato.

Rate this post

(Visited 165 times, 1 visits today)

Comments

comments

l'ECONOMICO

L'Economico, il primo quotidiano Social Network, sviscera in anteprima notizie di sanità, economia, politica argomenti che i mass media oscurano. La testata è aggiornata, e presenta al suo interno un portale in grado di offrire servizi.

Lascia un commento