Federal Reserve telecomanda il voto nei paesi Ue. Altro che elezioni! Signoraggio unica via

Federal Reserve. La Camera dei Lord ha definitivamente approvato la Brexit, anche se Irlanda e Scozia premono per l’indipendenza, con la scusa di voler restare in Europa. Intanto l’Ue ha chiesto a Londra 60 miliardi di penale, che entreranno nella Smorfia, mentre non si conosce ancora quale sarà il destino dei 4 milioni di europei che vi lavorano. La promessa è far rimanere coloro che vi risiedono da almeno 5 anni, ma la clausola non è stata inserita nell’articolo approvato. È solo, dunque, un debito d’onore. Senz’altro le eccellenze resteranno. Nel frattempo, il responso del voto olandese ci racconta di una destra, quella di Winders, incapace di sfondare contro tutti gli accrediti dei sondaggi, e come ai piani alti di Bruxelles si temeva. Ma alle porte bussano le elezioni francesi e tedesche, sempre più roccaforti di destre populiste dal forte animus anti-Euro.

Ed è in casi come questi che la lunga mano di Federal Reserve gestisce l’evolversi di qualsiasi situazione, ad iniziare dalla Bce. Dai processi d’integrazione tra banca e industria e da quelli di concentrazione in potenti trust’s di settore delle principali risorse del pianeta è nata la nuova oligarchia del denaro che, per tutto il XIX.mo secolo, andò accrescendo i propri interessi ed affari costituendosi in un blocco monopolistico che determina le politiche economiche e commerciali delle nazioni estendendo così sempre più la propria influenza sui governi e sui popoli. Sono sostanzialmente le banche ebraiche di New York ( J. P. Morgan, Kuhn Loeb, J. e W. Seligman, Speyer, Schiff, Brown e l’onnipotente Rockefeller) a partecipare attivamente alla costituzione della Federal Reserve.

L’economia inglese, intanto, non ha risentito del tanto paventato effetto Brexit, anzi il Pil è all’1,8%, mentre la disoccupazione appena sopra il 4%. Per l’Italia, se l’Euro si dovesse liquefare si aprirebbe la stagione della rinascita per una lunga serie di ragioni. Una Lira più debole renderebbe agile l’export, e limiterebbe le importazioni. Lo Stato sarebbe libero di investire senza vincoli di bilancio, e così più sviluppo e occupazione. Le frontiere marine potrebbero essere chiuse , perché il Paese non è in grado di sostenere i costi di centinaia di migliaia di profughi che sbarcano.  La Bolkestein ed i vari trattati diverrebbero carta straccia. I consumi tornerebbero a salire, assieme all’aumento degli stipendi. Solo la Nato, a baluardo della difesa comune. I tassi d’interesse tornerebbero in pancia a Bankitalia, non più influenzati dagli umori della grande finanza internazionale. Lo Stato potrebbe applicare il Signoraggio puro, ovvero rimpossessarsi della moneta senza alcun intermediario. In soldoni, Bankitalia stamperebbe carta moneta necessaria allo Stato solo ricevendo il costo di stampa, senza interferire sulla quantità. Ciò condurrebbe al drastico abbattimento del debito pubblico, fino al Debito zero. Ma per far ciò occorrono politici autentici, non politicanti da strapazzo che al solito dormono sugli scranni di Montecitorio, Palazzo Madama, e Bruxelles.

Federal Reserve telecomanda il voto nei paesi Ue. Altro che elezioni! Signoraggio unica via
5 (100%) 1 vote

(Visited 170 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento