La Francia occupa il nostro mare. Nuove norme e multe per il cell in auto

Il governo Gentiloni regala alla Francia tratti di mare delle coste di Liguria, toscana e Sardegna con il recente accordo di Caen in seguito ad una precedente trattativa con lo stesso Gentiloni all’epoca ministro degli esteri del “meraviglioso” governo Renzi.

di Roberto Casalena

Con questo regalo, non ratificato dal nostro parlamento, la Francia ha già modificato le acque territoriali della Corsica da 12 a 40 miglia mentre nella parte Nord occidentale della Sardegna addirittura fino a 200 miglia
Alcuni pescherecci italiani sono già stati fermati dalla guardia costiera francese.
Il tratto di mare interessato è tra i più pescosi d’ Italia.
Sardi e liguri sono furiosi ed anche noi dobbiamo esserlo, anche per un altro motivo.
Infatti in questo spazio regalato alla Francia c’è una mega riserva di gas da 1,4 trilioni di metri cubi di gas e 0,42 miliardi di barili di petrolio.
Non è dato sapere cosa abbiamo avuto in cambio dal nostro “amico”Macron.
I francesi,non essendo stato ratificato l’accordo dal parlamento italiano hanno proceduto all’ occupazione tramite un decreto europeo.

L’Italia ha tempo fino al 29 marzo per fare ricorso tramite il nostro governo.
Praticamente abbiamo subito una onta che, a nostro avviso, è da considerarsi alto tradimento da parte del governo e di quelle istituzioni che dovrebbero tutelare l’integrita’ territoriale.

Questa l’ultima perla della nostra virile politica estera (Gentiloni,Renzi,Alfano).

Nuove norme e sanzioni per chi guida con il cellulareNel mese di Maggio verranno attivati, a Roma, in modo sporadico, i “rilevatori tutor” in tangenziale in entrambe le direzioni. Funzionano in due modi, o come tutor o come e veri propri velox istantanei. Entreranno in via definitiva dal mese di Luglio.
Chi passerà nella corsia d’emergenza, verrà comunque fotografato.
Dunque, fare attenzione.

A partire da martedì 27 Marzo entrerà in vigore il nuovo codice della strada.
Chiunque verrà sorpreso alla guida del veicolo, anche se è fermo ai semafori o agli stop, con il cellulare o altri apparecchi similari
la sanzione è la seguente: ritiro immediato della patente e una multa da 180 euro fino a 680. Quindi stare molto attenti, organizzarsi con il viva voce e se si indossano gli auricolari ricordarsi che un orecchio deve restare libero.
Il fatto di avere il telefono in mano e parlare attraverso il vivavoce dello stesso, comporta ugualmente la sanzione. A cui andra’ aggiunta quella per guida con una sola mano da €161 e 5 punti in meno sulla patente di guida.

Rate this post

(Visited 75 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento