Asili gratis ma non c’è posto. Annuncio shock del ministro Gualtieri

Asili nido gratis dal 1° gennaio, ma un’indagine rivela che c’è posto solo per un bimbo su 4; molto al di sotto della media Ue. Una legge, come al solito, da presa in giro.

 

Dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri «Asili nido gratis dal primo gennaio», annuncio shock dato in commissioni riunite di Camera e Senato dove è in corso di discussione la nuova manovra finanziaria. Il Governo vara normative, non sapendo quello che fa, come è accaduto alla normativa che prevedeva di non gettare le sigarette per strada ( Governo Renzi) , senza mettere posaceneri in strada. Il provvedimento del Governo sugli asili nido è stato ridimensionato dall’Unione europea delle cooperative (Uecoop) che in un comunicato ha annunciato: «C’è posto solo per 1 bambino su 4 negli asili nido italiani, il 24% di quelli fino a tre anni d’età contro il parametro del 33% fissato dall’Unione europea per poter conciliare vita familiare e professionale e promuovere la partecipazione delle donne al mondo del lavoro». Il che significa che se non ci sono posti negli asili pubblici si dovrà ricorrere a quelli privati, a pagamento, in quanto non c’è una convenzione dello Stato con questi.

L’analisi di Uecoop è stata condotta sulla base dei dati Istat. Emerge anche che la spesa per gli asili dell’infanzia in Italia sfiora 1,5 miliardi di euro all’anno con oltre 350mila posti autorizzati su un totale di 1,4 milioni di bambini fra zero e due anni che potrebbero fruirne. E non è un caso, spiega sempre Uecoop, che per 6 dipendenti su 10 (59%) al primo posto nella classifica dei benefit aziendali preferiti ci siano quelli legati alle spese familiari, dall’asilo alla scuola dei figli.

Intanto, anche dall’opposizione arrivano consensi alla proposta di rendere gratis gli asili nido già dal 1° gennaio: «Se lo fanno, mi trovano d’accordo», ha detto la leader dei Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, nel corso della trasmissione televisiva Otto e mezzo, ed ha aggiunto: «Io l’ho fatta tre volte questa proposta e me l’hanno sempre bocciata, va aggiunta anche la questione degli orari di apertura degli asili nido, ma se c’è la norma figuriamoci. Certo, se l’avessero fatto quando l’ho proposto io, già li avremo».

Già, ma anche la Meloni non ha fatto i conti con il numero mancante degli asili nido.

(Visited 22 times, 1 visits today)

Comments

comments

l'ECONOMICO

L'Economico, il primo quotidiano Social Network, sviscera in anteprima notizie di sanità, economia, politica argomenti che i mass media oscurano. La testata è aggiornata, e presenta al suo interno un portale in grado di offrire servizi.

Lascia un commento