“ CODARDI SENZA VERGOGNA “ LA RISPOSTA DI SINAGRA A CONTE & C.

La “ casta” ha presentato un emendamento, con adesione di Governo e maggioranza, che consacra l’impunibilità’ degli errori dei politici. A denuncia ferale risposta curiale.

Di Angelo Pennacchioni

-Roma,5 aprile 2020 –
Dopo diversi preannunci l’Avvocato Augusto Sinagra conferma :“Stamattina ( 1 aprile) ho depositato presso la Procura della Repubblica di Roma la denuncia contro Giuseppe Conte, Roberto Speranza e Luciana Lamorgese, a firma mia e dell’Avv. Alfredo Lonoce, che: “… omettendo nei tempi e nei modi necessari ogni misura di contenimento e di prevenzione, favorendo l’enorme diffusione del Covid-1, con l’impressionante numero avutosi di contagiati e di deceduti”..
Dunque l’accusa riguarda “ i colpevoli ritardi del governo, arrivato alla chiusura totale della nazione solo a marzo inoltrato e con il contagio ormai diffuso, nonostante già il 31 gennaio fosse stato dichiarato lo Stato di emergenza sanitaria. Situazione peggiorata con il pasticcio dell’8 marzo con “l’assalto ai treni e una fuga contagiosa verso il Mezzogiorno d’Italia.”
E fin qui son cose che più o meno tutti conoscevamo, ma la sera del 3 aprile l’Avvocato Sinagra fa un altro annuncio: pesante quanto tempestivo anche su canali social:
” CODARDI SENZA VERGOGNA. Non si fermano neanche davanti a 15.000 Morti. In sede di discussione in Aula del cd “Decreto Cura Italia” un ignoto deputato PD ha presentato un emendamento che esonera da responsabilità penali medici e infermieri (e fin qui lo posso capire) e il personale amm.vo e di gestione (?) impegnato nella emergenza Corona virus.
La maggiore vergogna, però, è che il governo ha dato la sua approvazione. È chiaro a tutti che anche la “dirigenza” politica (Ministri, Sottosegretari, ecc.) potrebbe godere di questo esonero da responsabilità penali per reati colposi. E chiamano il Decreto “Salva Italia”. Forse sarebbe più appropriato chiamarlo “Salva Culo”..”…. Hanno alzato la loro voce l’On. Borghi e il Sen. De Falco (ora nel Gruppo Misto) contro l’osceno emendamento proposto da un certo Andrea Marcucci. Non so se causa di questo sono le iniziative di denuncia mia e dei Colleghi Alfredo Lonoce e CarloTaormina, ma ciò che avviene è che gli interessati a tale esonero penale sono evidentemente consapevoli delle loro responsabilità(sempre ove accertate in sede giudiziaria). … Mi riferisco innanzi tutto all’avvocatuzzo pugliese e agli ineffabili Lamorgese e Speranza. E meno male che il giovanotto pugliese diceva di essere l’ “avvocato del popolo! : Assisteremo al loro “cupio dissolvi” wagneriano. E porteranno, impresso a fuoco, il marchio della vergogna e della codardia. AUGUSTO SINAGRA.”.
Il senatore Andrea Marcucci, anche imprenditore farmaceutico, primo firmatario dell’emendamento “Salva c…lo” in questione ha iniziato la sua attività politica nel PLI nel quale rimane fino al 1994, per tornare poi alle aziende di famiglia diventando amministratore delegato di Kedrion, passando per tutti i rami da quello turistico a quello del Gruppo Mariotti. Uno insomma con le mani in pasta in quasi tutti i settori della Toscana. Riprende l’attività politica nel duemila con i Il PD, divenendo un “renziano” di ferro. Ma non seguendolo nell’avventura di Italia Viva. Insomma gli elementi “ per fare peccato ma azzeccarci” ci sarebbero tutti.

(Visited 1.071 times, 1 visits today)

Comments

comments

Lascia un commento