Vai a…
L'Economicosu Google+L'Economico on LinkedInL'Economico on TumblrL'Economico on PinterestRSS Feed

21/02/2017

Turismo

Alberobello: trulli, superstizioni e tasse inique

alberobello-trulli-superstizioni-tasse-inique C’è un angolo di Puglia divenuto famoso nel mondo per l’assoluta unicità del suo aspetto. Ad Alberobello, infatti, tutte le case sono bianchissime e sormontate da un tetto conico a punta, sormontato da pinnacoli, tutti diversi. E’ un paesaggio che sembra uscito da un libro di fiabe, e proprio ad una specie di favola

Capri: il dono del suono blu oltremare

capri-suono-del-blu-profondo CAPRI Isola MARINA GRANDE  Marina Grande è il naturale approdo dell’isola. Comprende un grande porto, al cui interno si trova una splendida marina da diporto, in cui soprattutto nei mesi estivi, sarà davvero duro trovare ormeggio. Tutto l’anno il porto è ingolfato di barche e yacht privati, dalle barche dei pescatori, da quelle che portano

Oman: sulle sponde tra mito e leggenda

oman-sulle-sponde-mito-leggenda Oman un viaggio tra miti e leggende. Marco Polo, molti secoli fa, impiegò anni per giungere sulle sponde dell’Oceano Indiano, all’estremità orientale della penisola arabica. Si trovò davanti un paese splendido e ospitale, legato a straordinarie leggende e mitici personaggi: la regina di Saba, Sindbad il marinaio. E soprattutto un popolo alacre e gentile,

Pompei: la pornografia diviene Arte

pompei-la-pornografia-diviene-arte Pompei, al di là della sua storia, stuzzica i visitatori per la sua forte impronta erotica. La città, difatti, era ovunque tappezzata d’immagini carnali, che oggi alcuni non tarderebbero a definire persino pura pornografia, ma che all’epoca rappresentavano un semplice e piacevole modus vivendi. Questi affreschi e mosaici venivano esposti nelle case e in

Svalbard: il regno dell’orso polare

svalbard-regno-orso-polare Svalbard affascinano i viaggiatori da sempre. Fauna unica, natura artica e antiche città minerarie si trovano tutti nelle isole, che hanno una bellezza austera e inquietante che è tutto loro.Oltre a qualche migliaio di orsi polari, le isole sono abitate da circa 3000 persone, delle quali oltre 2000 a Longyearbyen, il più grande insediamento