Vai a…
L'Economicosu Google+L'Economico on LinkedInL'Economico on TumblrL'Economico on PinterestRSS Feed

23/01/2017

economia

Kamikaze Deutsche Bank sull’economia mondiale. Italia, derivati nascondono il vero debito

Kamikaze Deutsche Bank. Prima Monti, poi Renzi ed ora Gentiloni si son sempre genuflessi alla Merkel, ma mai nessuno di lor signori le ha rammentato che Deutsche Bank è una polveriera, e che un semplice starnuto potrebbe farla saltare in aria, assieme all’Eurozona, Borse, economie e finanza internazionale. E già, perché nel ventre molle della

Meningite: epidemia di un business nella terra del “Giglio Magico”

Meningite. Nella regione rossa del Pd accadono le cose più incredibili: dal burattinaggio dell’ex premier, ai bambini vegani malnutriti (che vegani non lo sono mai) tutti ricoverati al Meyer di Firenze, per arrivare alle stranissime epidemie di meningite. Ma proseguiamo per ordine altrimenti non è possibile seguire il filo rosso. A Firenze ha sede la

Horror Prodi, Bersani sponsor. La UE rottama Renzi. D’Alema in cabina di regia

Horror. Bersani contro Renzi vorrebbe schierare le truppe prodiane. Infatti, stranamente, mai negli ultimi tempi il brand Prodi è stato in auge come oggi.  Non è un caso che Paolo Gentiloni nelle scorse ore abbia ricevuto a Palazzo Chigi Renzi, salutandolo con un “Ciao Presidente, benvenuto!”. E  la minoranza Pd, alla disperata ricerca di un

Tangenti, appropriazione su c/c, e titoli tossici per far fallire Divania. Unicredit condannata

Tangenti. Unicredit ancora sulla scena, appena si aprono i tendoni,  fuoriesce una losca commedia all’italiana, tra malaffare, corruzione, appropriazione indebita, e parcelle astronomiche pagate ai Ctu, che fanno parte dello staff della banca, quindi in conflitto di interessi. Raccontiamo il caso di Divania, azienda leader nel settore dei salotti, con 430 dipendenti, costretta a chiudere

Unicredit strozzina, e strangolaziende. Le pluricondanne milionarie

Unicredit attacca l’Economico, fa lo spaventapasseri, intima il taglio di due articoli, a detta dell’ufficio stampa, lesivi dell’immagine della banca, senza però inviare alcuna rettifica a quanto da noi asserito. Il  pensiero, si sa, è libero, e gli editoriali non sarebbero tali se così non fosse.  Ma dei terremoti che scuotono le fondamenta della banca,

Creditopoli: la “bufera” che spazzerà via la II Repubblica

Sta per partire una nuova bufera giudiziaria e politica: Creditopoli. Pronti a sbattere in prima pagina i nomi di coloro che non hanno restituito i prestiti ricevuti dalle banche salvate dallo Stato, Mps in primo luogo. Anche Tangentopoli cominciò così, nel 1992, con la sottovalutazione dell’odio accumulato contro il sistema di potere dalla Democrazia cristiana

Unicredit minaccia, e censura la stampa libera. Aumento di capitale virtuale. I retroscena

Unicredit fa la voce grossa, e il censore, ma senza dati reali da contestare. ll comunicato stampa inviatoci in pesante ritardo, solo a seguito di due articoli da noi pubblicati di cui si è pretesa la rimozione, nei quali si evidenziavano le serie difficoltà del varo dell’aumento di capitale di 13 miliardi richiesti dall’Eurozona. Aumento,

Poste “rimborsa” i possessori di quote IRS, ma è un’altra truffa. Spunta il caso Alfano Jr

Dopo l’annuncio dato in esclusiva dal nostro giornale sulla truffa in atto di Poste sulla vendita di quote, ciascuna di 2500 euro, di 4 Fondi immobiliari (Invest Real Security, Obelisco, Europa Immobiliare 1, ed Allpha, i nodi tornano al pettine. Ora, di gran carriera, su Invest Real Security, Poste Spa opta per il rimborso. Di

Bankitalia: falso in atto pubblico, sapeva tutto su Mps. Insabbiata inchiesta. I documenti

Bankitalia. Siena è balcanizzata. Lo Stato diventa azionista di maggioranza nella banca, Padoan annuncia pulizia nei posti sbagliati, urge ricapitalizzazione; e un anziano avvocato – forte della doppia, impossibile vittoria della sua contrada della Lupa – si mette ad azzannare la Banca d’Italia. Paolo Emilio Falaschi è il legale di un centinaio di piccoli e

Crollo verticale del valore immobiliare. Il piano UE per toglierci anche la casa

Crollo valore case. Un tempo si pensava che investire nel mattone fosse la forma più sicura per tutelare i propri risparmi e, magari, vederli crescere un po’ nel corso del tempo. Purtroppo, dall’avvento dell’euro, e soprattutto dopo le “amorevoli” cure degli ultimi tre governi, il mattone riserba solo dolori e pianti per gli italiani. Secondo

Monti & Friends ci derubano ancora; in arrivo l’eurotassa

Monti & Friends. Bruxelles va avanti imperterrita, non curante di Brexit, di Trump, dell’avanzare di nuovi sentimenti. Sta mettendo a bersaglio un progetto nato nel febbraio del 2014 per costruire un’autonomia impositiva a favore dell’Unione europea. Un Gruppo di alto livello dovrà studiare come fornire la Ue di risorse proprie nel suo bilancio. Monti e

Post più vecchi››