Le indecenze del governo che si professa tale

di Alfonso Sasson

(lettera inviata al giornale)

Mi scusi Presidente, con tutto il rispetto ( ed anche senza ), personalmente non reputo indecente il commerciante che non fa uno scontrino o un artigiano che non rilascia una fattura; molto più indecente, in un Paese civile, sono i vitalizi, le pensioni d’oro, l’enorme tasso di corruzione della politica, le auto blu e tutti i vostri privilegi, i ponti che crollano e i terremotati da anni vivono nelle tende.
Indecenti sono 400 euro di pensione per chi ha lavorato una vita e 600 euro di stipendio per chi si fa e si è fatto il culo in fabbrica.
Indecente è la Terra dei fuochi, l’Ilva di Taranto e il rogo della Thyssen.
Indecente è che ogni volta che piove si contano i morti, l’impunità dilagante e il pilotare giudici e sentenze, così come i processi che finiscono in prescrizione.
Indecente è strappare i bambini alle loro famiglie solo per farci soldi; la propaganda, il traffico e il lucro sulla pelle dei migranti.
Indecenti sono i tre miliardi di euro regalati ad una banca privata; attendere sei mesi per una Tac (con la mutua!); le buone uscite milionarie ai dirigenti che distruggono le aziende.
Indecenti sono quelli che dovrebbero puntarvi il dito contro scrivendo fiumi di parole e invece si prostrano come zerbini; i maiali all’ingrasso dentro il palazzo mentre fuori manca l’aria.
Indecente, in un Paese civile nel ventunesimo secolo, caro Presidente, sono gli anziani che rovistano nei cassonetti per cercare qualcosa da mangiare… gli imprenditori che si impiccano perché non riescono a pagare gli stipendi ai loro dipendenti.
E’ indecente togliere la pensione di reversibilità a persone comuni, quando ai politici viene dato vitalizio di pensioni d’oro fino all’ennesima generazione.
Copiate e incollate e che ci sia in ogni bacheca è la nostra piccola rivolta.

Comments

comments

l'ECONOMICO

L'Economico, il primo quotidiano Social Network, sviscera in anteprima notizie di sanità, economia, politica argomenti che i mass media oscurano. La testata è aggiornata, e presenta al suo interno un portale in grado di offrire servizi.

Lascia un commento