Il Pd vuole cambiare pelle, mentre il M5s è in piena crisi, e Salvini e la Meloni sparano sugli zombie

Di Roberto Casalena

Defunto il Pd, nascerà il Pdst cioè Partito democratico solare con tintarella? Così, forse definirebbe la mutazione genetica il marchese del Grillo, noto per le sue burlonate, ma pur tuttavia realistiche.

Fatto è che non sarà il cambio di logo a poter rilanciare le sangue Pd, senza un serio programma, oltre che cambio di personaggi che vi ruotano intorno da tempo.

Per ora, come al solito, solo chiacchiere e false illusioni. Ed il M5s, che fine farà ? Le lotte interne lo stanno dilaniando ed alla fine rimarranno le briciole, cioè i bulloni delle poltrone a cui si sono ancorati, sparsi in strada.

Intanto le Sardine, nato come movimento, tenta di darsi una struttura ed un programma che per ora non hanno, ma se dietro ci sono Prodi e De Benedetti, ci sarebbe da gridare “ Si salvi chi può”.

Più concreti Salvini e la Meloni, che almeno predicano bene, ma non razzolano male, anche se ancora non c’è un vero programma dettagliato su cosa fare, nel caso si dovesse andare ad elezioni anticipate, ma almeno l’ossatura esiste.

E Forza Italia? Anche qui ci sono dei seri mal di pancia, mentre Berlusconi non demorde e si vuole portare il partito nella tomba.

Ma, ormai, Forza Italia è al lumicino e se si dovesse varare una legge elettorale con proporzionale e sbarramento al 5% rischierebbe di non entrare neanche al Parlamento.

Un programma serio e dettagliato, invece, lo abbiamo noi : – Movimento politico “Ribelli & Programmi” – nato da poco e in sordina, dove indichiamo come pote ottenere 200 miliardi di euro in più, oltre eventuali introiti derivanti dall’evasione fiscale e dal riciclaggio delle varie Mafie. E così umiliamo la litania del Governo, per cui la coperta è sempre corta, e non si può fare tutto. Falsità eclatante a cui il popolo ignorante continua a credere. Il Governo racconta solo favole, e neanche belle, di fronte alle quali anche ai bambini i drizzerebbero anche i capelli.

Basti pensare alla mancanza di coraggio per poter affrontare il popolo sovrano con nuove elezioni.

I sovrani sono loro, imbullonati alle poltrone e quando, finalmente, si tornerà a votare se ne accorgeranno dell’amara purga degli italiani.

Per ora sono solo attaccati al respiratore artificiale, anche se durerà poco. E poi, i funerali.

E per non morire, provano a cambiare la legge elettorale, passando al proporzionare ed allo sbarramento del 5%, anche se il M5s, ormai senza testa, continua a starnazzare che non si presenteranno mai più alle elezioni in cordata con il Pd, come invece auspica Zingaretti. Per cui il dado è tratto.

Occorre soltanto attendere che saltino i bulloni delle poltrone danarose dove si sono imbullonati.

E ciò, probabilmente, accadrà presto, almeno si spera, per il bene dell’Italia, che ormai è ferma su tutti i fronti. Altro che rinnovamento!

Certo è che mettere alle ortiche 27 mila euro mensili è doloroso, per cui si rischia è che pur di non rinunciare a tanti soldi, si vendano l’anima al Diavolo.

Altro che la riunione di due giorni del Pd in un monastero di cui forse per pregare qualche santo che gli dia ascolto.

Forse sarebbe stato meglio in una Chiesa sconsacrata.

Ed il bene dell’Italia? A farsi fottere. Abbiamo chirurghi che salvano vite umane e che percepiscono stipendi da fame, mentre calciatori e finanzieri d’assalto se la godono.

Altro che sinistra , senza ne idee che programmi.

Abbiamo la capitale d’Italia, Roma asfissiata dai miasmi della spazzatura sparsa in ogni dove. Buche di Groviera sulle strade e vigili urbani fannulloni, oltre che traffico impazzito.

Ed il colle sta a guardare.

Non si costruiscono più case popolari mentre gli indigenti hanno toccato quota 5 milioni. Abbiamo persone che muoiono per il freddo sdraiati su una panchina o su un giaciglio di cartone. Abbiamo l’Europa che ci tarpa le ali.

Ed il Governo che fa ? Si dice europeista mentre l’Europa assiste muta agli scenari di guerra in Libia, in Siria, in Iran e in Iraq.

E chi se ne fraga, intanto i profughi veri o falsi che siano sbarcano tutti in Italia, e certa Magistratura, aizzata da un Pd morente, prova a tarpare le ali a Salvini reo di aver protetto i confini dell’Italia. Oramai o la gente si sveglia, o resterà in mano degli usurpatori del potere del popolo.

Per non parlare, poi, del Vaticano che predica bene e razzola male. Ma perchè ai profughi non gli offre la cittadinanza ? Eppure, come Paperon de Paperoni, dorme su un giaciglio di oro di almeno 1600 miliardi di euro oltre che immobili per oltre 2000 miliardi esclusi i valori delle chiese e dei premi artistici di cui gode.

Ed anche il papa, Francesco, è attaccato dalla Curia che non vuol perdere il potere acquisito nei secoli con la paura dell’aldilà, mentre nei secoli ha mandato al rogo persone innocenti, o tagliato la testa. Per non parlare delle crociate e tutto, naturalmente, in nome di Cristo e non del loro potere imbullonato alle poltrone.

Aprite gli occhi, gente, sempre che vi sia rimasta la capacità di vedere e di pensare.

Comments

comments

Lascia un commento